Qualunque ordine ciclico tu possa cercare all’interno dei mercati finanziari, è probabile che Roy lo abbia già scoperto

L’intera storia della scienza è stata una graduale presa di coscienza del fatto che gli eventi non accadono in un modo arbitrario ma che riflettono un certo ordine sottostante.

Un ordine che Roy ha trovato all’interno dei mercati finanziari con la scoperta del FATTORE K.

Comprendere il Fattore K dei mercati, riprendendo le sue parole:

ti permette di avere una chiara visione della direzione futura dei mercati finanziari e dell’evoluzione della nostra società. Questa conoscenza, se maneggiata nel modo giusto, trasformerà le tue finanze fino a cambiarti la vita nell’arco di qualche anno, così come è successo a me”.

Roy con alcuni degli amici incontrati sul suo cammino

ECCO COSA DICONO DI ROY

Sul suo lavoro, e sui brand che ha contribuito a creare, trovi migliaia di feedback ricevuti sul web dal 2011.

Qui abbiamo raccolto alcune video testimonianze:

“Credo che Roy Reale sia uno degli economisti più intelligenti”

Giulio Pasquini / Sapienza Finanziaria

“Sono rimasto colpito dalla chiarezza di Roy”

“Tratta questi argomenti con una maturità incredibile”

“Le parole di Roy mi hanno aperto la mente”

“Roy ha messo i pezzettini del puzzle al suo posto”

“Ringrazio Roy e complimenti per l’evento realizzato”

“Grazie Roy per la tua energia e il tuo entusiasmo”

“Roy studia, impiega passione ed ha degli ottimi contenuti”

Rassegna Stampa

BIOGRAFIA

Quando era piccolo, le difficoltà economiche della sua famiglia e le preoccupazioni del padre sul futuro, hanno generato in lui una gran voglia di rivincita nei confronti della vita che fino a quel momento non gli aveva mostrato la sua parte migliore.

Poco più che maggiorenne decise così di mollare casa, lasciandosi tutto alle spalle e spostandosi 550 km a nord, per andare a lavorare come salumiere in una Coop nella provincia di Pisa.

La voglia di cambiare un destino che gli stava stretto lo spinse ad iscriversi contemporaneamente all’Università per studiare al corso di banca, finanza e mercati finanziari.

E così, mentre da un lato aveva un lavoro full-time che gli permetteva di vivere da solo, dall’altro lato aveva una casa da gestire, dei corsi di laurea da frequentare e soprattutto degli esami da dare.

La sua vita è proseguita in questo modo per 3 anni.

Nel corso di questo tempo ha cominciato a prendere confidenza con la Borsa, imparando a comprare e vendere azioni e altri strumenti finanziari con un conto corrente aperto presso il suo primo broker online, Directa.it.

Dopo circa un anno riusciva a guadagnare delle importanti somme facendo trading giornaliero e questo generò in lui un senso di onnipotenza che lo spinse a fare quella che in molti dei miei familiari non si fecero troppi problemi a definire pazzia: licenziarsi dal posto di lavoro fisso alla Coop.

Ormai si sentiva sicuro anche perché aveva fatto un calcolo. Dato il suo stile di vita e dati i risparmi di cui disponeva, avrebbe potuto vivere senza lavoro per almeno 4 anni.

Ma il destino a volte sembra divertirsi alle tue spalle.

Come avrebbe potuto sapere che due mesi dopo essersi licenziato, i mercati finanziari gli avrebbero inferto una delle più grandi lezioni della sua vita?

Il senso di onnipotenza era arrivato al culmine. E così…

Bastò una sola maledetta ora per lasciare sul mercato tutti i guadagni che aveva fatto fino a quel momento e per mandare al diavolo anche quasi tutti i risparmi che aveva accumulato in anni di lavoro.

Dopo appena due mesi dal licenziamento, i quattro anni di vita senza lavoro che aveva calcolato diventarono soli tre mesi.

In altre parole: entro 3 mesi avrebbe esaurito le sue risorse finanziarie.

Roy ricorda bene il giorno preciso in cui ricevette questa dura lezione (forse mai dimenticherà questa data): il 24 marzo 2010.

Era long sul cambio euro-dollaro e stava muovendo un controvalore pari a 1 milione e 250 mila euro grazie alla leva finanziaria.

Forse avrebbe potuto disperarsi e probabilmente avrebbe avuto un buon motivo per farlo. Tuttavia Roy scelse di continuare a studiare e cercare di capire cosa aveva sbagliato e come avrebbe potuto evitare quell’errore in futuro.

E’ stato un lungo percorso di ricerca ed un duro periodo di studi. Un percorso in cui inizia ad essere toccato varie volte e in diverse forme dall’idea che una ciclicità naturale fosse presente nei mercati finanziari.

Fino a quando, un bel giorno un signore chiamato Mike Maloney arriva e colpisce duro, facendo entrare nelle vene quel concetto legato alla ciclicità dei mercati che fino a quel momento Roy aveva solo assaggiato senza mai dargli un peso rilevante.

Da quel momento la sua vita ha preso una piega diversa.

Contatto

Roy è grato delle richieste di email e di contatto telefonico che riceve settimanalmente in merito al suo lavoro.

Anche se non gli è possibile rispondere individualmente a tutte le richieste, per continuare ad interagire con il pubblico ed allo stesso tempo cercare di non far mancare tempo al lavoro e alla famiglia, Roy risponde ad una selezione di domande e commenti sulle pagine social dei suoi brand, e nei suoi gruppi Facebook.